Browse Author: Eventone Online

Conto Deposito Rendimax – Caratteristiche

Rendimax è il conto deposito online offerto da Banca IFIS, banca attiva nel finanziamento delle imprese dal 1983.

Banca IFIS, fin dalla sua fondazione, ha mirato a servire le piccole e medie imprese italiane, instaurando una relazione forte e diretta, mediante 300 addetti, 25 sedi territoriali in Italia.

Banca IFIS è inoltre quotata al segmento STAR di Borsa Italiana.

Conto Deposito Rendimax
Rendimax offre al momento, probabilmente, i migliori tassi presenti sul mercato.

L’offerta si basa principalmemte su due prodotti: il conto deposito ed il conto deposito vincolato.

Il conto deposito base, alla data odierna, rende il 2,09% con capitalizzazione trimestrale (pari al 2,10% effettivo annuo, 1,53% annuo al netto delle imposte). Rendimax mette inoltre a disposizione un comodo calcolatore online per verificare in tempo reale i tuoi possibili rendimenti.

Il conto deposito vincolato ha dei rendimenti veramente interessanti. Il tasso cresce a seconda della durata del vincolo, partendo dal 2,25% lordo per un vincolo di 30 giorni, fino ad arrivare al 2,75% lordo annuo offerto per il vincolo annuo. Unica nota negativa è che non è possibile effettuare lo svincolo anticipato, neanche per piccole somme.

Il conto deposito Rendimax come qualsiasi altro conto corrente è garantito dal Fondo di tutela dei depositi fino a 103 mila euro.

Sicurezza
Dal punto di vista della sicurezza la soluzione è minimale.
L’accesso è consentito inserendo il proprio USER e la relativa Password. La sicurezza dei dati e delle transazioni dei clienti rendimax, l’area riservata del sito adotta un protocollo SSL a 128 bit certificato da Thawte.

Ti ricordo comunque che la maggiore sicurezza, nel caso dei Conto Deposito, è data dal fatto che possono essere effettuate transazioni solo verso il conto corrente dichiarato alla stipula del contratto.

Conto Corrente Youbanking – Caratteristiche

Banco Popolare è un Gruppo costituito da realtà locali, radicate nei propri territori di riferimento, rivolte al servizio delle famiglie e delle piccole imprese. Tra i primi gruppi bancari italiani, con circa 2.000 sportelli, oltre 200 mila soci e 20 mila dipendenti, Banco Popolare è un punto di riferimento in regioni come Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria, Toscana ed Emilia Romagna, aree di presenza storica.
Tra le banche capofila del gruppo ci sono la Banca Popolare di Lodi, la Banca Popolare di Novare, il Credito Bergamasco, la Banca Popolare di Verona San Geminiano e San Prospero e la Cassa di Risparmio di Lucca Pisa e Livorno.

Conto Corrente YouBanking
Conto Corrente YouBanking è un conto online che comprende davvero tanti servizi gratuiti, a canone mensile zero, fruibili via internet, telefono, smartphone o filiale tradizionale.
L’unico costo da sostenere, come al solito, sono le spese di bollo obbligatorie per legge, pari a 34,20€ annui.

Con il conto online YouBanking puoi usufruire di questi servizi gratuiti

Operazioni illimitate e nessuna spesa di liquidazione
Domiciliazione gratuita delle utenze
Bonifici by Web gratuiti
Prelievi bancomat gratuiti in tutto il mondo
Carta di credito CartaSì Classic gratuita
Libretto degli assegni gratuito
Servizi by Web, by Mobile e by Call gratuiti
Dossier titoli gratuito
La grossa novità, come già anticipato ad inizio articolo, è quella di poter operare gratuitamente, fatta esclusione per l’esecuzione dei bonifici, da internet come dalla filiale (circa 2.200 in tutta Italia), caratteristica che rende questo conto corrente molto interessante anche per chi si sente limitato dall’operare esclusivamente online.

Conto Corrente Fineco – Caratteristiche

Fineco è una delle Banche Online italiane storiche. Nata offrend0 principalmente servizi di trading online nel 1999, è oggi un banca online completa che offre tutti i servizi di banca, investimento e credito.

Oggi Fineco è organizzata in tre settori specializzati

Servizi di banking e credit online
Servizi di investimento multimarca
Servizi di trading online per investire nei mercati in tempo reale, con piattaforme dedicate.
FinecoBank fa parte del Gruppo Bancario Unicredit, il che consente alla banca di offrire, in affiancamento ai servizi online, anche la possibilità di accedere alle normali operazioni di sportello presso le filiali Unicredit.

Conto Corrente Online

Fineco offro 100 euro per investire, conto e PowerDesk2 gratis.
Fineco offre un conto corrente online completo di tutti i servizi di banking e di pagamento con le seguenti caratteristiche:

Tasso di interesse dello 0,75% lordo per giacenze superiori ai 2.000 €
Canone gratuito in caso di accredito stipendio o pensione o per versamenti superiori a 1.500€ mese
Nessuna spesa di chiusura conto
Carta multifunzione gratuita
Possibilità di prelevare senza costi presso tutti gli sportelli bancomat
Possibilità di utilizzare le filiali del Gruppo Unicredit per versare assegni o contante
Possibilità di versare contanti o assegni presso i Bancomat evoluti del Gruppo Unicredit
Sicurezza

Dal punto di vista della sicurezza Fineco è a mio giudizio un passo indietro rispetto ad altre Banche Online, come IWBank.

L’accesso al conto corrente online è garantito dall’inserimento di Username e Password personale: ogni singola operazione andrà successivamente confermata mediante l’inserimento del PIN dispositivo.

Risulta essere una soluzione abbastanza basilare che rende gli utenti fortemente esposti al rischio di truffe online quali il Phishing o altre tecniche di sottrazione dei dati personali.

Risulta essere interessante l’introduzione del SMS PIN, questa tecnica introduce il concetto di doppio fattore, ma rimane inferiore in termini di sicurezza rispetto ad un Token. Risulta essere una soluzione sicuramente più economica da implementare per la banca, abbattendo il costo di distribuzione dei dispositivi token alla clientela, ma da meno garanzie ai clienti.

Obbligazioni Subordinate – Cosa Sono

Esistono vari tipi di investimento uno di questi sono le obbligazioni, le quali a loro volta si dividono in diverse categorie. La guida di oggi ha come oggetto le caratteristiche fondamentali delle obbligazioni subordinate. Senza spendere altre parole andiamo a capire cosa sono e come funzionano in pratica.

Cosa sono le obbligazioni subordinate? si tratta di una particolare forma di investimento atto a fornire al cliente un ritiro di cedole periodiche derivate dagli interessi maturati, la differenza sostanziale rispetto alle classiche obbligazioni è un maggiore rischio di perdita del capitale investito. Questa si presenta, nella maggior parte dei casi, quando l’Istituto bancario è in perdita o rischia il fallimento, le conseguenze di questi due casi sono una perdita parziale o totale dell’investimento anche se bisogna dire che le percentuali di rischio sono davvero minime pur essendo in un periodo di crisi mondiale.

Quali sono le caratteristiche fondamentali delle obbligazioni subordinate? le cinque caratteristiche, o meglio fattori a cui prestare particolare attenzione, variano per tipo ma si legano tra loro diventando essenziali l’una per l’altra, di seguito analizzeremo tutti i vantaggi e gli svantaggi delle obbligazioni subordinate

-Piani di investimento difficili da comprender – l’investitore poco esperto in materia giuridica troverà nella maggior parte dei casi serie difficoltà nel comprendere a pieno i rischi e le clausole incluse nel contratto stipulato con la Banca, questo non per una mancata informazione da parte degli operatori ma per la presenza di un linguaggio particolarmente tecnico oppure intere sezioni di contratto in lingua straniera che rendono quasi impossibile avere chiari i punti cardine dell’investimento. In particolare possiamo consigliarvi di fare attenzione alle clausole riguardanti il riscatto anticipato poichè molti Istituti attuano una prassi per lo sblocco dell’investimento con una “lauta ricompensa” a loro favore, penalizzando fortemente l’intera operazione.

-Rischio elevato di credito – le obbligazioni subordinate, dette anche Junior, hanno un forte rischio di credito come vi abbiamo già anticipato nell’introduzione a questa guida, purtroppo obbligazioni di questo tipo hanno un tasso di perdita spesso vicino al 100% del capitale investito, a bilanciare questo rischio però intervengono margini di guadagno potenziali molto più alti rispetto alle obbligazioni classiche, relativamente a cui è possibile leggere questo articolo pubblicato su questo blog. Tra quelle più a rischio abbiamo le Tier 1 e Upper Tier 2, i quali hanno tassi di perdita dell’investimento pari al 100%, il rischio di differire una cedola e come se non bastasse il rischio di versi decurtare parte del capitale investito. Quindi nel caso in cui dovesse maturare la scelta di investire in obbligazioni subordinate preferite la tipologia Lower Tier 2 (LT2) o le Tier 3 (T3).

-Valutazione difficoltosa – a causa della crescita dell’extension risk, ossia la data di scadenza del proprio investimento, risulta molto difficile calcolare quando sarà possibile trarre beneficio dalle proprie obbligazioni, quindi aumenta di conseguenza il rischio di decurtazione del capitale.

-Difficoltà nella contrattazione – purtroppo i subordinati sono uno degli investimenti più rischiosi e, allo stesso livello, difficili da vendere e acquistare a buon mercato. Altro fattore di rischio che ha fatto desistere molti dall’intraprendere questa forma di investimento, anche se di questo in Banca non sentirete minimamente parlare.

-Difficoltà nel diversificare i capitali – ultimamente la diversificazione è una pratica particolarmente difficile da mettere in atto, questo perchè un maggiore rischio per il cliente favorisce l’economia e quindi non si hanno certo agevolazioni per adeguare le proprie risorse investite nei periodi di down del mercato, questo indipendentemente dall’andamento medio delle nostre fonti.

Lavoro in Campagna – Offerte

Se sei disoccupato o studente in vacanza e vuoi guadagnarti qualche soldo e arrotondare con lavori estivi, ecco alcuni suggerimenti.

Se sei un tipo volenteroso e motivato il lavoro in campagna durante l’estate non manca: sono quasi 100 mila i posti disponibili per la raccolta di verdura e frutta e per la vendemmia.

La Coldiretti, diffonde uno studio che illustra come sia alla portata di tanti giovani e disoccupati il lavoro stagionale nelle campagne e aziende agricole italiane.

Raccolta di albicocche, cocomeri o pesche durante l’estate, vendemmia di settembre, pomodori d’estate, sono le principali possibilità per giovani del Sud, Centro e in parte Nord Italia.

La legge ora prevede che dal primo giugno i giovani dai 16 ai 25 anni di età agli studi possono lavorare durante l’estate ed essere remunerati con voucher, i buoni lavoro.

Questi buoni lavoro comprendono la copertura assicurativa e previdenziale e non sono prevedono ritenute fiscali. L’agricoltura per dar lavoro dunque, e tante braccia disoccupate da occupare nel settore primario nella piena legalità e semplificazione burocratica dei voucher come lotta al lavoro sommerso.

Promozione del Made in Italy e opportunità di lavoro, questi gli elementi della strategia di Coldiretti rivolta a tutti coloro che desiderano prestare la propria energia a lavori stagionali in campagna.