Comprare Casa su Carta – Cosa Bisogna Sapere

Comprare casa rappresenta un passo molto importante nella vita di ognuno; oggi purtroppo riuscire ad accollarsi un mutuo non è un impegno economico alla portata di tutti a causa delle spese molto alte, se comunque siete tra i fortunati che si stanno guardando intorno alla ricerca di un immobile da acquistare potrebbe essere il caso di valutare un’alternativa, l’acquisto di una casa su carta, in questo modo il risparmio che si ottiene può arrivare anche al 10% e si è dispensati da eventuali interventi di ristrutturazione per un numero elevati di anni.

Prima di prendere questa decisione è però importante sapere che acquistare casa su carta non sono solo rose e fiori; tra gli svantaggi troviamo innanzitutto l’incertezza dei tempi di consegna; spesso infatti le tempistiche si protraggono ben più a lungo rispetto ai tempi di attesa inizialmente previsti.

C’è poi un altro tasto dolente di cui tener conto, le truffe. In questo tipo di mercato non sono rari i casi in cui la ditta venditrice millanta di avere tutti i documenti in regola e mostra il progetto ai possibili acquirenti dando dei tempi precisi per l’edificazione che però, purtroppo, non avverrà mai; dunque la prima cosa da fare e far verificare da una persona competente tutte le autorizzazioni rilasciate dal comune.

Altro utile accorgimento per evitare spiacevoli sorprese è quello di affidarsi a imprese che abbiano già una buona storia alle spalle e che siano quindi conosciute nel ramo.

Infine è bene sapere che, proprio per tutela degli acquirenti in caso di fallimento della ditta di costruzioni, l’impresa edile deve rilasciare una fideiussione con durata decennale, in questo modo, in caso di fallimento, i futuri proprietari non correranno rischi.

Come Diventare un Panettiere

Nel settore di produzione del pane le opportunità di lavoro non mancano, sono 1340 i posti disponibili nei panifici e nei pastifici, ma il 38,8% rimane scoperto. Le statistiche rivela una percentuale notevole di posti che rimangono scoperti perché purtroppo non vi è la disponibilità da parte soprattutto dei giovani di intraprendere un’attività sicuramente redditizia, poiché il pane è il bene alimentare indispensabile per un essere umano.

Verifica la tua predisposizione. Se non hai spirito di sacrificio, volontà nel sacrificare le ore notturne e dormire magari di giorno rinunciando a parte della vita relazionale e sociale che solitamente si vive durante il giorno per mettersi pienamente a disposizione del proprio lavoro. Risulta essere necessaria una grande passione, fare il pane non deve essere solo un mestiere ma una passione. Ti deve piacere altrimenti è inutile avviarsi per questo tipo di attività.

Non è necessario che tu abbia un titolo di studio particolare, puoi intraprendere questa attività anche dopo la scuola dell’obbligo, puoi iscriverti per apprendere il mestiere con tecniche specifiche dei corsi di formazione professionale che ti offrono una qualifica specifica. Se in famiglia, hai un componente che svolge quest’attività da una vita intera, non hai alcun bisogno di corsi specializzanti. Il migliore apprendistato è quello che può darti chi questo mestiere lo fa da tempo.

Rivolgiti alla Federazione italiana panificatori per avere maggiori informazioni sulle possibilità di trovare un impiego in questo campo lavorativo. Se non hai una bottega di famiglia, ci sono aziende e panifici disposti ad assumere dipendenti, proprio perché c’è molta richiesta di panettieri. Navigando sul sito potrai trovare un archivio aggiornato dove ci sono gli elenchi di tutte le aziende alimentari che in Italia assumono panettieri. Consulta attentamente questi elenchi con i relativi numeri di telefono.

Se si vuole aprire un negozio, è necessario anche sapere quali sono i requisiti dal punto di vista burocratico. Per maggiori informazioni è possibile leggere questa guida su come aprire un negozio di alimentari pubblicata su questo sito in cui la procedura è spiegata in modo dettagliato.

Come Diventare un Grafico

Se sei una persona dotata di creatività e temperamento artistico, la professione del grafico può essere adatta a te. Potrai diventare un esperto di immagine, lavorando da una brochure pubblicitaria alla pagina di un giornale, dalla locandina di un film ad un sito Internet. Per poter esercitare questa attività, è necessario che tu sappia utilizzare software di grafica. Ti consiglio di frequentare un corso di formazione se sei un neofita, o di specializzazione se possiedi già le competenze di base.

Molti sono i corsi accessibili, ma è importante che tu sappia scegliere quello più giusto e adatto alle tue esigenze, ma soprattutto che sia organizzato seriamente. Come prima risorsa puoi dare uno sguardo al sito ufficiale dell’Associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva.
Una volta conseguito il titolo di studio, puoi anche avviare un’attività in proprio, facendo un cospicuo investimento di almeno 5.000 euro per l’acquisto di computer e programmi di grafica. Deve aprire anche la partita Iva e iscriverti alla Camera di Commercio. Il tuo studio potrebbe andare già bene con una superficie di 50 metri quadri.

I programmi più usati e che certamente ti troverai ad utilizzare sono: QuarkXPress e Illustrator per l’impaginazione editoriale, Flash, Dreamweawer e Fireworks per la creazione di siti web. Per aprire la tua agenzia di servizi pubblicitari devi adempire alcune pratiche burocratiche. Se non hai i fondi necessari all’apertura della tua attività, puoi anche usufruire del prestito d’onore o prestiti per l’imprenditoria femminile.

Come Diventare uno Skipper

Lo skipper è quella figura professionale che sta a capo di un’imbarcazione, che, insomma, ne ha il comando. Egli è equiparabile alla figura del capitano, e in quanto tale è responsabile dell’equipaggio e del comportamento di questo, anche dal punto di vista penale. Vediamo quale iter devi seguire se intendi intraprendere questa professione.

Se vuoi intraprendere la professione dello skipper è necessario, innanzitutto, che tu consegua la patente nautica.
Prima di ciò è però utile che tu verifichi di possedere i requisiti necessari, sia dal punto di vista morale che fisico.

Verificato il possesso dei giusti requisiti, iscriviti presso una delle tante scuole di vela presenti sul territorio nazionale. Puoi trovare quella più vicina a te con una semplice ricerca online.
Frequenta i vari corsi che ti verranno proposti, ed impegnati nell’imparare le principali norme che regolano la professione che vuoi intraprendere, senza trascurare le norme riguardanti il primo soccorso.

Frequentati i corsi con esito positivo, e superata la prova finale, otterrai la patente nautica.
Prima, però, di poter esercitare a tutti gli effetti è necessario che tu effettui un’altra operazione, ovvero l’iscrizione all’apposito albo.
Iscriviti allo stesso semplicemente recandoti presso la Capitaneria di Porto della tua provincia.

Come Presentare una Domanda di Lavoro Online

Quando rispondi a un annuncio devi compilare solitamente compilare una domanda online, un curriculum e una lettera di presentazione possibilmente accompagnata da alcune referenze. Non sempre è facile. Questa guida ti mostra alcuni consigli utili semplici ma mai banali.

Per scrivere una lettera di presentazione piuttosto che un curriculum vitae da presentare ad un datore di lavoro devi compilare in modo dettagliato i dati anagrafici con precisione inserendo tutti gli indirizzi, anche quelli mail, e i recapiti tramite i quali ti possono contattare. L’indirizzo mail è il genere di contatto più frequente con cui possono informarti sull’esito della domanda che hai presentato.

Risulta essere importante che tu abbia un indirizzo mail perchè è il modo più efficace, assieme alle newsletter e alle community, per entrare in contatto anche con il mercato del lavoro. Il mondo informatico ti consente, infatti, di trovare velocemente eventuali offerte di lavoro, anche nella tua zona di residenza. Infatti qualsiasi documentazione che fino qualche anno fa dovevi consegnare personalmente, oggi grazie alla digitalizzazione, puoi inviarla tramite mail. Questo per semplificare la burocrazie.

Tuttavia la parte fondamentale da completare con cura ed approfondimento è quella relativa alle esperienze professionali di formazione che hai acquisito. Insomma qualunque titolo riconosciuto a livello regionale e nazionale. Tuttavia i titoli riconosciuti a livello europeo hanno un peso davvero rilevante.

Andando più nel dettaglio, la lettera di presentazione deve essere personalizzata in base all’annuncio di lavoro a cui si risponde. Bisogna quindi cercare di fare capire i motivi per cui si è i candidati giusti per quella specifica offerta di lavoro. Per scrivere il documento è possibile utilizzare questo modello disponibile sul blog Letteradipresentazione.net. Il modello deve essere ovviamente personalizzato con i propri dati e con quelli dell’offerta di lavoro.

Per quanto riguarda il curriculum, è possibile utilizzare questo modello presente su questo sito, che è il più utilizzato. A differenza della lettera di presentazione, il curriculum non deve essere personalizzato ogni volta, è quindi più semplice da scrivere.

Nel caso si abbia una lettera di referenza, è consigliabile inviarla con gli altri documenti.