Come Aprire un Ecommerce

Lavorare da casa è diventato sempre più facile grazie all’evoluzione della tecnologia e di Internet in generale. Fino a dieci, quindi anni fa lavorare da casa con un PC sembrava quasi fantascienza, mentre oggi è una realtà comune a migliaia e migliaia di persone. Il PC è lo strumento ideale per avviare un’attività online, o anche per collaborare con testate giornalistiche per la redazione di notizie e approfondimenti. Nell’articolo di oggi desideriamo darvi qualche consiglio su come aprire un negozio di ecommerce partendo da zero.

Il commercio online si è diffuso sempre di più nel corso di questi anni, e ad oggi è davvero semplice e, per certi versi, economico aprire un negozio su Internet piuttosto che in città. Questo perchè con un negozio virtuale, in gergo e-commerce, si riesce a risparmiare su moltissimi aspetti, come l’affitto, l’elettricità, l’arredamento, i commessi, la manutenzione, e tanto altro ancora. Insomma, i vantaggi rispetto ad un negozio tradizionale sono diversi. Pensate anche al discorso del magazzino: se avete una casa con una cantina o una stanza inutilizzata, potete utilizzarla senza problemi come magazzino della merce che venderete online, con un risparmio davvero molto grande rispetto ai negozi fisici.

Aprire un negozio online comunque equivale all’apertura di un negozio fisico dal punto di vista fiscale. Dopo aver provveduto alla registrazione del dominio tramite un servizio di hosting, create il vostro sito di e-commerce, da soli se siete esperti oppure rivolgendovi ad un team di esperti, e successivamente iscrivetevi alla Camera di Commercio o alla Confartigianati (dipende dalla tipologia degli articoli in vendita, se siete rivenditori o produttori della merce), oltre a recarvi in Comune per segnalare l’inizio della vostra attività, indicando anche l’indirizzo del sito.

Avrete quindi una Partita IVA per emettere regolare fattura d’acquisto, e vi consigliamo di rivolgervi ad un commercialista per tenere la contabilità, almeno per i primi anni. Poi quando avrete preso la mano, allora potrete fare anche da soli, ma all’inizio rivolgetevi sempre al commercialista, non fate l’errore di molti che poi si sono ritrovati multe stratosferiche a casa per non aver pagato i contributi o le tasse in maniera esatta.