Come Presentare una Domanda di Lavoro Online

Quando rispondi a un annuncio devi compilare solitamente compilare una domanda online, un curriculum e una lettera di presentazione possibilmente accompagnata da alcune referenze. Non sempre è facile. Questa guida ti mostra alcuni consigli utili semplici ma mai banali.

Per scrivere una lettera di presentazione piuttosto che un curriculum vitae da presentare ad un datore di lavoro devi compilare in modo dettagliato i dati anagrafici con precisione inserendo tutti gli indirizzi, anche quelli mail, e i recapiti tramite i quali ti possono contattare. L’indirizzo mail è il genere di contatto più frequente con cui possono informarti sull’esito della domanda che hai presentato.

Risulta essere importante che tu abbia un indirizzo mail perchè è il modo più efficace, assieme alle newsletter e alle community, per entrare in contatto anche con il mercato del lavoro. Il mondo informatico ti consente, infatti, di trovare velocemente eventuali offerte di lavoro, anche nella tua zona di residenza. Infatti qualsiasi documentazione che fino qualche anno fa dovevi consegnare personalmente, oggi grazie alla digitalizzazione, puoi inviarla tramite mail. Questo per semplificare la burocrazie.

Tuttavia la parte fondamentale da completare con cura ed approfondimento è quella relativa alle esperienze professionali di formazione che hai acquisito. Insomma qualunque titolo riconosciuto a livello regionale e nazionale. Tuttavia i titoli riconosciuti a livello europeo hanno un peso davvero rilevante.

Andando più nel dettaglio, la lettera di presentazione deve essere personalizzata in base all’annuncio di lavoro a cui si risponde. Bisogna quindi cercare di fare capire i motivi per cui si è i candidati giusti per quella specifica offerta di lavoro. Per scrivere il documento è possibile utilizzare questo modello disponibile sul blog Letteradipresentazione.net. Il modello deve essere ovviamente personalizzato con i propri dati e con quelli dell’offerta di lavoro.

Per quanto riguarda il curriculum, è possibile utilizzare questo modello presente su questo sito, che è il più utilizzato. A differenza della lettera di presentazione, il curriculum non deve essere personalizzato ogni volta, è quindi più semplice da scrivere.

Nel caso si abbia una lettera di referenza, è consigliabile inviarla con gli altri documenti.

Come Preparare Viaggio di Lavoro

Forse anche a te sarà capitato di dover partire per un viaggio di lavoro e non sapevi cosa portarti, così hai fatto la valigia accorgendoti solo dopo che hai portato con te le cose che non ti servivano e lasciato a casa molte di quelle che ti sarebbero servite. In questa guida ti indico come preparare una valigia per un viaggio da lavoro.

Cerca tutto ciò che ti può servire e ponilo accanto alla valigia, poi prendi delle calze vecchie e poni al loro interno delle scarpe che devi portare con te oltre a quelle che indossi. Sempre in delle calze vecchie puoi riporre della biancheria intima in modo che non si mescoli con le altre cose e stia insieme.

Per deporre nella valigia le magliette in modo ordinato, arrotolale su se stesse e vedrai che quando le prenderai non avranno pieghe. Prendi gli indumenti che dovrai usare per primo e ponili nella valigia per ultimi in modo che vengano sopra e così non devi disfarla tutta per trovarli ed indossarli.

Quando l’avrai fatta tutta, prendi una busta di plastica e poni al suo interno il dentifricio, lo spazzolino e le altre cose per la persona in modo che all’arrivo avrai tutto raggruppato. Porta con te una busta di plastica vuota in modo che al suo interno puoi deporre la biancheria sporca da riportare indietro.

Come Diventare Orientatore del Lavoro

L’orientatore aiuta le persone a costruire percorsi pienamente soddisfacenti in ambito formativo e professionale, allo scopo di favorire attitudini, passioni degli individui. Promuove l’incontro fra domanda e offerta di lavoro attraverso apposite banche dati.

In Italia la professione del consulente di orientamento non è riconosciuta, non ci sono quindi appositi albi e non sono stabiliti percorsi formativi specifici o requisiti minimi; chiunque può diventarlo. Praticamente però sicuramente degli studi nel settore possono aiutare molto sia nella ricerca di lavoro che nella carriera.

Le capacità e conoscenze richieste al consulente di orientamento possono al momento essere più d’una. Per esempio un percorso di studi idoneo potrebbe essere una laurea in scienze dell’educazione oppure della formazione, ma anche psicologia o economia. La laurea specialistica non è indispensabile.

Se una laurea specialistica non é necessaria, é certamente utile seguire una specifica formazione post laurea con corsi di perfezionamento o corsi di formazione (solitamente organizzati da scuole private, ma anche da enti pubblici locali), sulle tematiche orientative o comunque sulla gestione delle risorse umane.

Come Comportarsi in Ufficio

Il mondo del lavoro esige professionalità e buone maniere, sopratutto se è il vostro primo giorno e volete fare una buona impressione. In questa guida vi spiegherò come comportarvi correttamente in ufficio in modo da non dare fastidio agli altri ed essere anche più soddisfatti.

Come prima cosa ricordatevi che la puntualità è un dovere e una semplice manifestazione del vostra buona educazione. Ovviamente può capitare, un giorno, di trovare traffico o avere un imprevisto, ma è importante che non diventi un’abitudine.
Il vostro abbigliamento deve essere in armonia con il tipo di attività che svolgete, sarà diverso, ad esempio, per un commesso di un negozio e per un impiegato di banca.

In caso di divergenze sull’ambiente, sappiate che prevale il diritto di chi vuole le finestre chiuse e la luce accesa.
Tenete la vostra scrivania sempre ordinati, senza troppo ninnoli, fotografie, piante e oggetti vari.

Non frugate nei cassetti altrui e non pasticciate sui fogli che trovate sulla scrivania accanto, soprattutto se il legittimo proprietario è assente dall’ufficio.
Non sprecate tempo e denaro in telefonate continue e personali. Se dovete fare una chiamata urgente fatela, ma che sia breve e priva di pettegolezzi.

Come Scrivere una Lettera di Dimissioni – Guida

Può capitare di avere la necessità di presentare, per qualsiasi motivo di dovere presentare una lettera di dimissioni al proprio datore di lavoro. Ecco come fare in questa breve guida.

Scrivere una lettera di dimissioni è qualcosa che va fatto in modo sicuramente ufficiale. Consiglio di scrivere prima la lettera al computer apponendo poi la firma il calce. La lettera deve essere indirizzata alla ditta che ci ha assunto o al singolo datore di lavoro con la formula Spett. Nome Azienda oppure Egregio Nome Datore di Lavoro.

Fatto ciò, bisogna mettere, centralmente, la dicitura Oggetto Dimissioni e poi iniziare la stesura della lettera in cui metti i tuoi dati anagrafici, il momento in cui sei stato assunto dall’azienda, per quando tempo sei stato assunto, la richiesta di dimissioni e le eventuali motivazioni, se vuoi aggiungerle.

Bisogna inoltre indicare quale sarà l’ultimo giorno in azienda visto che le dimissioni devono essere date con il preavviso previsto dal proprio contratto di lavoro. Nel caso il preavviso non venga rispettato, l’azienda può richiedere un indennizzo. Troviamo un’eccezione a questa regola, le dimissioni per giusta causa, che possono essere date in casi specifici e che non richiedono preavviso. Per maggiori dettagli è possibile leggere questa guida sul sito Letteradidimissioni.net.

Finita la lettera, inserisci un semplice ringraziamento all’azienda in cui aggiungi di attendere anche il compenso per l’ultimo periodo di lavoro, se non l’hai ancora preso,e poi spediscila alla sede dell’azienda tramite posta raccomandata o consegnala a mano, magari spiegando anche a voce le motivazioni della tua scelta.